La gente che parte da quaggiù

La gente che parte ha l’aria strana

in attesa dentro la stazione
spesso sembra essere gitana:
un misto di paura ed emozione.

La gente che parte a volte è ansiosa
mani che si stringono sul trolley
la combinazione sul lucchetto è misteriosa
ti sei scordato di chiamare lei.

La gente che parte ha sguardi persi
rispetto a quelli che usa normalmente
si chiedono se vedranno cieli tersi
o se come sempre ci sarà pioggia abbondante.

La gente che parte ha una risorsa:
porta se stessa in altre dimensioni
sa che partire è come prender la rincorsa
e incamerare fiato nei polmoni.

 —

La gente che parte da quaggiù
non sempre si lascia andare ad un sorriso
sa cosa l’aspetta, è sempre un rebus
salire in treno non è come il paradiso
ecco perchè a volte preferisce l’autobus.